Operazione “Agnellino Bis”. Nuove misure cautelari

La Corte di Appello di Catania, in seguito al ricorso della Procura della repubblica etnea, ha riformulato le sentenze per le condanne dell’operazione antidroga “Agnellino” condotta nel 2014 dalla Squadra mobile di Ragusa e dal commissariato di Comiso, con il coordinamento della Procura di Catania.  L’operazione si era conclusa con la cattura di 20 tra uomini e donne sia italiani che stranieri. Le indagini avevano avuto inizio nel 2011 e il 3 aprile del 2014 era stato effettuato il blitz con le catture dei 20 indagati per il reato di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Le indagini sul traffico di sostanze stupefacenti erano da considerarsi un ramo della più vasta attività investigativa che nel mese di settembre di quell’anno ha portato alla cattura di 15 soggetti per associazione a delinquere di stampo mafioso finalizzata alle estorsioni, denominata “SURVIVORS”. Durante le attività d’indagine erano state sequestrate centinaia di kg di sostanze stupefacenti di diversa tipologia. La prima fase processuale si concluse al Tribunale di Ragusa con pronunce di condanna per il reato di traffico di sostanze stupefacenti in concorso. A seguito di questa decisione dell’organo giudicante, la Procura della Repubblica Distrettuale di Catania propose subito ricorso in appello. La Prima Sezione della Corte di Appello di Catania, in virtù del quadro probatorio che conclamava l’esistenza dell’eccezionale gravità delle condotte, del rilevante traffico di sostanze stupefacenti, con ben collaudati canali di approvvigionamento, dello stabile legame esistente tra i sodali, riformava la sentenza e condannava gli indagati per il reato associativo con pene commisurate all’entità dei fatti. La Corte d’Appello, inoltre, ritenendo sussistente ed attuale la pericolosità sociale ed il pericolo di reiterazione nel reato da parte degli imputati, emetteva nuova ordinanza applicativa di misura cautelare nei confronti di tutti i soggetti interessati. La Corte d’Appello di Catania ha quindi ripristinato le misure cautelari a carico dei suddetti colpevoli del reato di traffico di sostanze stupefacenti, dando mandato alla Polizia di Stato che ieri mattina ha eseguito le catture dei soggetti destinatari del provvedimento.

Operazione “Agnellino Bis”. Nuove misure cautelari

| News |
About The Author
-