Nubifragio: si contano i danni

Il primo temporale autunnale ha portato paura e disagi in tutto il territorio ibleo, da Acate e Vittoria, fino a Modica e Ispica, passando da Ragusa e i comuni montani,  che hanno subiti notevoli danni, così come le tante frazioni rurali, allagate e isolate per ore. Il temporale ha imperversato per tutto il giorno, a più riprese, portando solo in serata qualche schiarita anche se poi questa mattina dalle 5, un nuovo intenso temporale si abbattuto sulla Sicilia sudorientale, e in particolare sul ragusano.  Le condizioni meteo sono in lieve miglioramento per il fine settimana anche se la pioggia sarà intermittente , alternata a schiarite. Lunedì, secondo le previsioni, ritornerà però la pioggia intensa. Una vera e propria tempesta di ghiaccio si è abbattuta ieri mattina su Acate, con uno strato di ghiaccio di 30 centimetri nei terreni di campagna e in città strade completamente allagate che sembravano fiumi di ghiaccio, uno scenario mai visto che ha creato non solo disagi ma molta paura tra la popolazione. Il sindaco Giovanni Moscato aveva provveduto tempestivamente alla chiusura delle scuole, che è proseguita anche oggi, e a lanciare l’allarme, dato che anche a Vittoria la situazione è stata pesante con alberi sdradicati, grandine, strade allagate e continua attività elettrica. Traffico in tilt, danni nelle serre devastate, zone rurali allagate e in difficoltà anche per la mancanza di energia elettrica in molte zone a causa di un albero caduto su un traliccio che ha lasciato al buio una vasta area. Si presentava così ieri il territorio di Vittoria metre oggi si fa la conta dei danni e già si prepara la richiesta di calamità naturale. A Modica il violento temporale che si è abbattuto in città ha provocato infiltrazioni abbondanti di acqua superficiale nelle falde che approvvigionano la condotta idrica. I tecnici non possono dunque assicurare la regolare potabilizzazione dell’acqua immessa nella rete in quanto la clorazione è insufficiente. Il sindaco ha pertanto emesso un’ordinanza di divieto dell’uso dell’acqua proveniente dalla rete idrica per uso potabile. Il divieto resterà in vigore fino a quando non saranno ristabilite le condizioni di potabilità dell’acqua. 

Nubifragio: si contano i danni

| News |
About The Author
-