Maltempo: arriva Attila

Attila,  il ciclone artico proveniente dalla Scandinavia, è giunto in Italia e i suoi effetti si avranno anche negli Iblei provocando un abbassamento delle temperature di anche 4 e 5 gradi e piogge intense. Secondo i meteorologici ci sarà anche la neve.   I temporali interesseranno innanzitutto la parte tirrenica dell’isola e si sposteranno poi verso la parte sud orientale e quindi negli Iblei: proprio qui la prima pioggia è arrivata ma sono stati annunciati temporali intensi. Sono previsti anche venti forti di ponente tra i 60 e 80 km, uno degli effetti della “sciabolata di Attila” che praticamente aprirà le porte all’inverno. Con questo abbassamento delle temperature, la Sicilia sarà anche attraversata dall’Uragano Mediterraneo denominato Numa II. Si tratta di un vortice di vento ed acqua che imperverserà nella zona del Tirreno meridionale, attraversando gran parte della Sicilia per attestarsi nella zona di mare compresa tra Campania, Calabria e Sardegna. In queste ore l’uragano si trova a largo delle coste della Libia e della Tunisia, dove sta causando diversi problemi alle popolazioni locali. Il fenomeno atmosferico non sorprende più di tanto i meteorologi.  Le anomalie che hanno caratterizzato l’estate 2017 si inquadrano nei cambiamenti climatici che si stanno evidenziando proprio nell’area mediterranea, con stagioni sempre più cariche di eventi estremi. Ciò che preoccupa è che nei prossimi giorni, questo vortice di vento e acqua, potrebbe guadagnare ulteriore forza, proprio durante il passaggio tra Grecia, Malta e Sicilia, con il rischio che possa causare conseguenze catastrofiche. Soltanto Venerdì 17 avremo un miglioramento delle condizioni del tempo, mentre la tempesta si allontanerà verso est sul mar Jonio senza però perdere forza. Dunque, il breve ma intenso nubifragio dello scorso fine settimana è stato l’annuncio di un cambiamento del clima che si consoliderà nei prossimi giorni.

Maltempo: arriva Attila

| News |
About The Author
-