Ricorre domani la giornata internazionale per il contrasto e la lotta contro la violenza sulle donne. Proprio domani a Modica, nell’occasione, si svolgerà la sesta edizione della Manifestazione “Fuori dall’ombra” per approfondire il fenomeno della violenza di genere e per sottolineare il percorso di cambiamento e la rinascita delle donne che hanno subito violenza, ma ne sono uscite, grazie alla forza con la quale oggi possono dire di avercela fatta. Un’iniziativa dal programma ricco, che non si è focalizzato solo sulla data della ricorrenza, ma che ha spaziato in un arco temporale più ampio. Domani, infatti, si concluderà la campagna narrativa estemporanea “Quella volta che”, iniziata lo scorso 6 novembre a cura delle volontarie dello Sportello Antiviolenza “Fuori dall’ombra”. Al contempo da domani aprirà, presso l’atrio comunale di Modica, la mostra fotografica “E se fossi tu?” a cura del Gruppo Giovani “104 Amnesty International – Modica”. Mostra che si concluderà il 3 dicembre. Focalizzandosi, invece, sul programma per la giornata di domani, in mattinata si avrà un primo incontro a scuola con gli studenti del Liceo Classico modicano. Gli studenti realizzeranno scultere corporee in piazza Matteotti, piazza Monumento, piazza Corrado Rizzone e sulla Scalinata San Pietro. Piazza Matteotti sarà corredata con l’installazione di immagini di donne che sono rimaste uccise e di donne che, invece, sono riuscite a sopravvivere alla violenza. Nel pomeriggio, invece, presso l’atrio comunale dalle ore 17,30 alle 20,30 sarà aperto al pubblico lo Sportello Antiviolenza “Fuori dall’ombra”. A seguire, dopo l’apertura della mostra, si svolgerà alle 18,30 un Reading teatrale a cura dell’Associazione “Ipso Facto”, con gli studenti del Liceo Classico e delle associazioni partner ed Andrea Tidona. Il liceo musicale Giovanni Verga curerà, invece, l’intervento musicale che avrà inizio alle 19.30. L’evento sarà patrocinato dal comune di Modica, con il supporto di sponsor privati, ed anche da alcuni licei modicani, dalle sezioni locali di diverse associazioni, da cooperative e clubs e dal “Movimento difesa del cittadino”. Tutto pronto, dunque, per una giornata che sia solo l’emblema di una sensibilizzazione e di una cura che sia per sempre, per dire no ogni giorno.

Margherita Leone

Modica, violenza sulle donne: tutto pronto per dire no!

About The Author
-