Il diritto all’istruzione dovrebbe essere un diritto per tutti, purtroppo però le realtà nazionali non sono tutte uguali. Proprio per questo portare l’istruzione tra i giovani africani è l’impegno che si è assunto l’associazione “Aiutiamoliacrescere” e il suo presidente, il professore Cugno Garrano. “L’istruzione è alla base della crescita di un popolo, costruiamo scuole per farli crescere” sono alcuni dei primi concetti che tiene a precisare il professor Garrano. L’associazione onlus, nata in seguito a delle missioni durante le quali l’insegnante ha avuto modo di constatare quanto fosse carente l’istruzione in Africa con aule che erano dei pagliai, ha l’obiettivo di costruire scuole nei villaggi africani in cui queste strutture sono inesistenti. Proprio nel 2006, infatti, come riportato da La Sicilia, Garrano di ritorno da una missione in Congo, per una spedizione tecnica che gli ha permesso di visitare una scuola con aule inadeguate, ha chiesto aiuto all’istituto Mariele Ventre di Ragusa, di cui era dirigente, per fare qualcosa per questi bambini. Dopo aver visionato il documentario che lo stesso docente aveva realizzato sul luogo, hanno iniziato a raccogliere i fondi e da lì nacque il progetto “Aiutiamoliacrescere”. In tre anni sono state costruite sei aule in Congo e anche due aule in Uganda e due in Camerun, grazie anche al supporto della diocesi di Ragusa. Un progetto destinato ad andare avanti grazie alla solidarietà di tutti, enti e privati, per far sì che questi bambini abbiano la possibilità di imparare e di costruirsi un futuro migliore e diventare magari delle persone professionali e competenti che possono migliorare lo status del paese.

Margherita Leone

“Aiutiamoliacrescere” porta l’istruzione tra gli africani

About The Author
-