Modica: fila agli sportelli dopo le sviste sulla Tari

Lunghe file davanti agli sportelli, dopo che il comune di Modica ha informato i cittadini di alcune incongruenze riguardo al pagamento della Tari. Il comune per venire incontro all’utenza ha dato la possibilità di aderire alla maxi rateizzazione in 72 rate mensili senza interessi con rate calcolate secondo il reddito ISEE che possono variare dai 30 euro a 100 euro al mese. Dopo tale comunicazione, molti sono i cittadini che in questi giorni si sono recati presso gli uffici competenti, per poter avere dei chiarimenti riguardo alla loro eventuale posizione debitoria. Anche il movimento difesa del cittadino di Modica ha sposato questa richiesta d’ aiuto, fornendo assistenza a quanti lo vorranno. Enrichetta Guerrieri, presidente del MdC della regione Sicilia ha invitato tutti i cittadini ha recarsi immediatamente presso gli uffici, anche se molti sono costretti a prendere dei permessi lavorativi, per non incorrere in uleriori sanzioni. Tuttavia, il movimento veglierà in particolare per evitare che l’errore del calcolo della quota variabile si ripeta. Se la correzione non viene fatta nell’immediatezza, i cittadini posso protocollare la richiesta. Bisognerà attendere poi 90 giorni, e se l’amministrazione non risponde i cittadini hanno altri 60 giorni a disposizione per fare ricorso alla Commissione Tributaria. In caso di riconoscimento dell’errore dell’amministrazione, la stessa ha 18 giorni per liquidare le somme dovute.

Modica: fila agli sportelli dopo le sviste sulla Tari

| News |
About The Author
-