Ospedale Ibla, problema riscaldamento: Lorefice chiede soluzione

OSPEDALE IBLA, PROBLEMA RISCALDAMENTO: LOREFICE CHIEDE SOLUZIONE
Servizio di Silvia Crepaldi
«Un altro inverno al freddo per pazienti, medici, operatori sanitari dell’Ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa Ibla. Qualche giorno fa il Commissario Straordinario dell’Asp 7 ha tranquillizzato sul funzionamento dei sistemi di riscaldamento evidenziando che ci sono dei lavori importanti da fare che sarebbero in corso». Sono le parole riportate in una nota ufficiale dalla parlamentare Marialucia Lorefice, membro della XII Commissione Affari Sociali che si rivolge poi all’attuale manager dell’Asp7 Salvatore Lucio Ficarra spiegando come già lo scorso anno la parlamentare aveva evidenziato all’allora manager Aricò le stesse problematiche con una risposta pressocchè simile a quella data dall’attuale manager. “Avevamo ribadito il problema quando, parlando dell’apertura del nuovo ospedale Giovanni Paolo II, avevamo chiesto di sistemare i problemi che ci sono al Paternò Arezzo che resterà anche dopo l’apertura del nuovo ospedale – spiega Maria Lucia Lorefice – Ad oggi non è cambiato nulla, il sistema di riscaldamento è sempre lo stesso, obsoleto e mal funzionante. I corridoi e i reparti delle ali estreme sono gelidi e i pazienti sono costretti a stare con i cappotti. I medici devono visitare in stanze completamente fredde. La situazione è insostenibile e non è più possibile procrastinare gli interventi tecnici. Staremo attenti che non siano soltanto ennesime promesse quelle dichiarate a mezzo stampa dal dott. Ficarra, le temperature rigide, del resto, non permettono più di attendere oltre.

Ospedale Ibla, problema riscaldamento: Lorefice chiede soluzione

About The Author
-