Modica, servizio civile: quattro progetti per ventiquattro volontari

A Modica quattro progetti sono stati inoltrati alla Regione Sicilia per essere finanziati nell’ambito del servizio civile. Un’opportunità formativa in ambito sociale e culturale per ventiquattro volontari. Si tratta dei progetti denominati “Cibo che avanza, evitiamo gli sprechi”, “Bibliotec@ando”, “Il mio museo… il nostro museo!”, “Inter Nos 2.0”. Il progetto “Cibo che avanza, evitiamo di sprechi!” prevede l’impiego di sei volontari e l’obiettivo è quello di combattere gli sprechi e rivalutare i beni invenduti, che potranno acquisire un valore socio assistenziale con ricadute positive anche a livello ambientale. I destinatari del progetto sono 200 potenziali utenti /famiglie residenti nel comune di Modica con bisogni di carattere economico, sociale, educativo e di integrazione. Nello specifico “Bibliotec@ando” si pone l’obiettivo di dare un nuovo impulso alla vita culturale della città di Modica attraverso una nuova e più profonda valorizzazione della Biblioteca Civica. Il progetto si propone di: migliorare il servizio di accoglienza e di reference per innalzare la frequentazione della biblioteca, la competenza informativa e l’autonomia nelle scelte; rafforzare la percezione della biblioteca come “servizio essenziale”, gratuito, competente, efficace; dare sostegno alla formazione permanente per contrastare la perdita del lavoro, l’inattività, l’analfabetismo di ritorno stimolare il piacere della lettura; favorire la socializzazione della lettura come esperienza da condividere. Sono sei i volontari che affiancheranno nell’attività gli operatori della Biblioteca comunale. “Inter Nos 2.0” è un progetto che intende proporre ai giovani del servizio civile, in linea con le finalità della legge 64/2001, un approfondimento della cultura della pace, della nonviolenza e della solidarietà attraverso l’esperienza concreta e quotidiana nella vita di ciascuno. Si intende rendere il periodo di impegno sociale a favore della propria comunità locale. L’iniziativa si rivolge a persone con disabilità psico-fisica di età compresa tra i 14 e i 40 anni con ritardo psicomotorio e intellettivo. Saranno coinvolte anche le famiglie di queste persone diversamente abili. Il progetto opererà nel centro sociale di Via Sacro Cuore a Modica Sorda e prevede l’impiego di sei volontari. “Il mio museo…il nostro museo!” si propone di migliorare la fruizione e la qualità dell’offerta, operando sia sul fronte della conservazione e cura delle collezioni e dei materiali, sia sul piano della divulgazione, produzioni di iniziative e promozione. Sede del progetto il Museo “F.L. Belgiorno” e prevede l’impiego di sei volontari. Progetti, propostri dalle realtà del territorio, che passando dall’assesorato ai servizi sociali modicano, vengono finanziati dalla Regione Sicilia se saranno approvati.

Modica, servizio civile: quattro progetti per ventiquattro volontari

About The Author
-