Cisl Ragusa: tutte le vertenze ancora aperte

Tutte le vertenze ancora aperte nel corso dell’anno e le prospettive legate alla loro chiusura durante il 2018. Questi, in sintesi, i temi affrontati ieri sera dal Consiglio generale della Cisl Fp Ragusa-Siracusa presieduto dal segretario generale Daniele Passanisi. Il parlamentino della federazione di categoria si è riunito alla presenza del segretario nazionale Gigi Caracausi e del segretario regionale Paolo Montera. C’erano, anche, il segretario regionale della Cisl, Sebastiano Cappuccio, e il segretario dell’Ust Ragusa-Siracusa, Paolo Sanzaro. Il segretario generale Passanisi ha sottolineato le problematiche dei Liberi consorzi che a causa del prelievo forzoso hanno marcato delle incertezze economiche per i dipendenti, oltre alle pesanti difficoltà che stanno attraversando i Comuni del territorio, molti dei quali in procinto di dichiarare il dissesto. Sintomatico, in proposito, secondo il sindacato, quanto sta accadendo a Ispica dove 37 dipendenti rischiano di essere completamente estromessi. Ma ci stiamo adoperando, di concerto con l’amministrazione comunale, per fare in modo che questo disastro possa essere evitato. Tutto ciò, però, imporrebbe dei percorsi prestabiliti da parte degli enti locali territoriali e cioè la predisposizione in tempi utili dei bilanci consolidati così come contemplato dalle nuove regole della contabilità nazionale. Bisogna anche aggiungere l’applicazione del federalismo fiscale da parte di sindaci e amministratori locali che, spesso e volentieri, rappresenta un fattore penalizzante piuttosto che un valore aggiunto”. Il segretario Passanisi ha poi puntato l’attenzione sulle numerose questioni riguardanti la Sanità “dove – ha aggiunto – è vero che con l’approvazione della nuova rete ospedaliera c’è stata una boccata d’ossigeno per quanto concerne le nuove assunzioni del personale infermieristico ma non dobbiamo dimenticare che le questioni strutturali, come la carenza di personale, il fatto che alcune spese sanitarie siano attuate in maniera indiscriminata, la qualità dei servizi che in alcuni casi risulta essere scarsa, restano sempre vive. Sul versante ragusano, però, come altra nota positiva, c’è da registrare il passaggio da part time a full time di alcune tipologie di lavoratori mentre abbiamo già iniziato a discutere con la direzione generale della stabilizzazione degli ex precari. Ci sono tutte le condizioni, insomma, affinché il 2018, attraverso un attento lavoro, possa essere foriero di novità positive”.

Cisl Ragusa: tutte le vertenze ancora aperte

| News |
About The Author
-