Scicli, scuola Lipparini-Miccichè: bando per nuova facciata

A distanza di anni si ritorna a parlare della scuola LippariniMicciché di Scicli e nello specifico della sua facciata. L’edificio, difatti, sito in Piazza Italia, ha oggi una facciata tutta in vetro, risalente agli anni 60 del Novecento ed in netto contrasto con lo stile barocco delle strutture esistenti nell’area centrale, come la chiesa Madre. Oggi la Giunta Giannone, in termini di lavori pubblici, intende, così, partecipare a un bando emanato dal Ministero della pubblica istruzione, per ottenere i fondi utili per mettere in sicurezza la scuola, in termini antisismici e al contempo darle una nuova facciata. Facciata moderna che, per l’appunto, viene considerata una ferita architettonica ed urbanistica da sanare nell’ottica della storicità del centro. Già nell’aprile 2009, durante l’amministrazione del sindaco Venticinque, nell’ambito di un concorso internazionale di idee, erano stati presentati sette progetti per dare una nuova funzione e nuova facciata al complesso scolastico sito in Piazza Italia, sostenuto da un business plan e da un progetto di sostenibilità economica per la realizzazione. Nell’ottobre 2009 vinse il bando il progetto “Sine sole sileo”, locuzione latina che sta per “Senza sole taccio”, giudicato vincitore dalla commissione presieduta dal critico d’arte Vittorio Sgarbi. Ai tempi il progetto propose la demolizione della Lipparini e la costruzione di un edificio con partiture piene, con uno stile classico, suggerendo la costruzione di un albergo e il mantenimento, dietro, dell’edificio dell’istituto. Era dunque uno strumento con il quale si poteva partecipare al bando di rifunzionalizzazione degli edifici. I risvolti della vicenda non sono stati però definiti ed oggi se ne torna a parlare. L’incarico attuale del progetto di messa in sicurezza, dato ad uno studio di progettazione ragusano, serve proprio per attingere a questi fondi statali che ammonterebbero a 350 milioni di euro per gli istituti italiani e in particolare a 115 milioni per quelli siciliani. Ciascun progetto può disporre di un finanziamento di 3 milioni e 200 mila euro. I termini del bando scadranno il prossimo 22 gennaio, tanto che ad inizio anno l’amministrazione comunale terrà un incontro con la città per esporre le idee progettuali che potranno ridare armonia alla piazza sciclitana, come ha spiegato l’assessore  ai lavori pubblici e urbanistica, Viviana Pitrolo.

Margherita Leone

Scicli, scuola Lipparini-Miccichè: bando per nuova facciata

About The Author
-