Aeroporto Comiso, Cappello: “Non si può aspettare la politica”

L’amministratore delegato della Soaco, Giorgio Cappello, interviene con fermezza sulla questione fondi per l’aeroporto di Comiso, sancendo soddisfazione per la convenzione con il Libero Consorzio di Ragusa, con l’assegnazione dei fondi ex Insicem per un milione e seicentomila euro, ma anche scetticismo sui tempi troppo lunghi della politica nazionale e regionale per ottenere gli altri fondi promessi da tempo. Il report di Bankitalia sulla fruizione dello scalo ibleo, sviscera numeri importanti che parlano però anche di un mancato pareggio di bilancio, definendo metaforicamente lo scalo Pio La Torre, “decollato a metà”. Definizione che proprio non piace all’amministratore della società di gestione dello scalo casmeneo che parla di non responsabilità della Soaco che ha, invece a suo dire, investito sull’aeroporto contando solo sulle proprie risorse in attesa dei lunghi tempi della politica. Se da una parte, infatti, così come anche sancito dallo studio di Bankitalia, l’aeroporto di Comiso dal 2013 al 2015, periodo preso in considerazione dallo studio, ha rappresentato un vero e proprio volano per il territorio ibleo, spinto anche dalla notorietà data dalle fiction televisive, dall’altra i conti della società di gestione dell’aeroporto non sono stati rassicuranti. In un’intervista rilasciata al Sole 24 ore, Giorgio Cappello,  parla di 4 milioni e ottocento mila euro destinati sulla carta a progetti di marketing territoriale dei comuni del ragusano dalla Regione, grazie a una legge fatta nella scorsa legislatura e una norma voluta dal governo regionale guidato da Rosario Crocetta. Cappello spiega poi la presenza di altri 380mila euro stanziati dalla Camera di commercio di Ragusa, oltre alla convenzione per 1milione e seicentomila euro con il Libero consorzio della provincia di Ragusa. Ma i nodi, secondo quanto afferma l’amministrare Soaco, sarebbero ancora tutti da sciogliere. Secondo Cappello basterebbe, per esempio, convocare una conferenza di servizi per sbloccare i finanziamenti già previsti. Il dirigente punta poi il dito contro l’atteggiamento dei  Comuni del ragusano: in particolare contro quello di Ragusa che ha incassato 180mila euro dalla tassa di soggiorno destinati proprio all’aeroporto ma fermi al palo.  Cappello conclude sottolineando come le opportunità che ci sono vadano colte subito e non sia possibile aspettare i lunghi tempi della politica.

 

Aeroporto Comiso, Cappello: “Non si può aspettare la politica”

| News |
About The Author
-