Castello Donnafugata: Manuela Nicita accusa l’amministrazione

La consigliera comunale di Ragusa Manuela Nicitra accusa ancora una volta l’amministrazione. Dopo una serie di segnalazioni ricevute nelle ultime settimane, Manuela Nicita dice di aver sentito  la necessità di verificare di persona la fondatezza delle denunce inoltrate dai cittadini. Purtroppo – ha scritto- ho preso atto di come, in questo caso, la realtà superi di gran lunga la più fervida immaginazione. Naturalmente, in negativo. E lo dico con grande rammarico perché stiamo parlando di un bene che bisognerebbe tutelare trattandosi di un motivo di notevole attrazione per i turisti e i visitatori provenienti da ogni dove”. Con tanto di foto e video, la Nicita ha messo in rilievo la gravità della situazione. “Sembra che su questo aspetto – ha affermato – sia calato il silenzio quando, invece, sarebbe necessario puntare nella maniera più assoluta i riflettori dell’attenzione. Intanto il castello, in molte stanze, è invaso dall’umidità. E tutto ciò sta finendo con il nuocere, in maniera seria, sulle carte da parati e su alcuni arredi storici. In altre zone dell’antico maniero ci sono parti di muro sbriciolate. Anche in questo caso si renderebbe necessario un rapido intervento di restauro. Mi verrebbe da chiedere – continua la consigliera- ma nessuno se n’è accorto in seno alla Giunta Piccitto? Ma non basta. Perché anche le teche che allo stato attuale ospitano gli abiti storici che dovrebbero essere parte integrante del museo del costume, si trovano nelle stanze, per così dire, normali. Ma quando sarà attivata finalmente questa esposizione che parecchio potrebbe dare al nostro territorio in termini di riscontro turistico? Inoltre-conclude Manuela Nicita-  ho potuto appurare l’inutilità dei tornelli che, costati decine di migliaia di euro, in realtà non svolgono un compito efficace.  Mi rendo conto- afferma ancora- che per ristrutturare nella maniera più efficace il castello servirebbero milioni e milioni di euro. Ma qui l’impressione è che non sia stata presa in considerazione neppure l’abc e che tutto sia rimasto come in sospeso. Naturalmente porrò la questione in seno al Consiglio comunale. Mi aspetto già assenza di risposte come succede in altre occasioni. Però è opportuno avanzare il problema in maniera seria perché ci riempiamo la bocca di parolone grosse che hanno a che fare con il turismo quando poi lasciamo che una realtà fondamentale per il comparto come quella del castello versi in queste condizioni. E’ semplicemente assurdo”.

Castello Donnafugata: Manuela Nicita accusa l’amministrazione

| News |
About The Author
-