Ragusa, edifici pubblici: si discute  su sicurezza tribunale

Continuano le denunce e gli appelli per le inadeguate e pericolose strutture giudiziarie di Ragusa. Queste, come riportato dall’avvocato Carmelo Scarso, sembrerebbero essere inidonee e soprattutto non antisismiche. Ecco quindi che il legale torna a sottolineare come il recupero della struttura del tribunale di Modica, che invece risulterebbe funzionale ed antisismica, sia necessario. Non resterebbe che accettare l’illegalità e rassegnarsi alla realtà che si palesa, ma non è quello che intendono fare l’avvocato e il Comitato per la riapertura della struttura giudiziaria modicana. Da tempo si insiste, infatti, sul fatto che le strutture giudiziarie di Ragusa dovrebbero essere chiuse perché non antisismiche e tra l’altro site in zona ad altissimo rischio sismico, come attestato dai sistemi tecnici e scientifici. Fa discutere il fatto che la Corte di Cassazione ha ritenuto che va sequestrato un istituto scolastico, nonostante sia un edificio pubblico antisismico, nonostante si trovi in zona a basso rischio sismico, perché la sua struttura non rispetta in toto i parametri tecnici, ma solo in minima parte. La Suprema Corte di Cassazione – Sezione Sesta Penale, con sentenza n. 190 dello scorso 8 gennaio ha, difatti, annullato l’ordinanza del riesame che aveva escluso il pericolo e il sequestro preventivo dell’ istituto scolastico risultato inadeguato alla normativa antisismica. Esclusione giustificata dalla bassa sismicità della zona e dal minimo scostamento dai parametri tecnici di edificazione. Quindi, perché questo non dovrebbe avvenire per gli edifici strutturalmente esposti a forti criticità tecniche e che si trovano nelle zone ad alto rischio sismico, del territorio ibleo? Tuttavia, l’avvocato si è poi rivolto alle istituzioni responsabili delle strutture giudiziarie iblee, dal Ministro della Giustizia al Sindaco del Comune di Ragusa, da Prefetto al Genio Civile, dalla Protezione Civile a magistrati, Avvocati e funzionari giudiziari, i quali starebbero mantenendo aperte strutture non idonee, a discapito della credibilità.

Margherita Leone

Ragusa, edifici pubblici: si discute su sicurezza tribunale

About The Author
-