Guzzardi Vittoria: si discute sulla sospensione della guardia pediatrica

In seguito alla segnalazione di sospensione della guardia pediatrica, a firma del Pd di Vittoria, è arrivata la risposta dell’azienda sanitaria provinciale. Questa però sembrerebbe non essere chiara, perché parlerebbe di anomalie e di nuovi medici. La vicenda, lo ricordiamo, ha avuto inizio con una segnalazione dei cittadini, dei quali si è fatto portavoce il Pd che, nella sua nota, riporta come questi avrebbero verificato che il pediatra non pernotta in ospedale, ma è chiamato in reperibilità dal pronto soccorso. Increscioso, infatti, l’avvenimento di domenica mattina, quando in attesa dell’arrivo del medico, un genitore ha dato in escandescenze ed il personale è stato costretto a chiamare i militari. Il Pd di Vittoria, ha anche sottolineato che avrebbero esaminato l’albo pretorio e rilevato che in alcuni casi i “nuovi medici in arrivo” di cui parla l’Asp nella sua risposta, sono medici già in servizio, come nel caso della pediatria. Di conseguenza, nella città ipparina, non è in arrivo nessun nuovo pediatra, ma si tratterebbe della stabilizzazione di due medici già in servizio. La compagine politica, tuttavia, riconosce l’impegno che l’Assessore regionale alla sanità, Ruggero Razza, sta avendo nel gestire la questione, applicando anche le procedure di stabilizzazione, ma si chiede al primo cittadino vittoriese, Giovanni Moscato, di vigilare sulle informazioni e segnalazioni dei cittadini. Nei giorni scorsi, dal canto suo, il sindaco ha avviato una interlocuzione con i medici dell’ospedale, rivolgendosi all’ Assessore regionale e ai vertici dell’Asp di Ragusa, per discutere delle difficoltà e del rafforzamento di alcuni reparti e per affrontare con risolutezza le problematiche relative alla carenza di organico, alla sospensione del servizio di guardia pediatrica e alla riattivazione di esso. Ed ecco arrivata la risposta dell’Asp di cui parla il Pd, con la quale si è comunicato che ha deliberato la mobilità di due pediatri, il rafforzamento di altri reparti con l’arrivo di un medico per il reparto di neurologia e di altri due medici per medicina, sollecitando i vertici Asp affinché la guardia attiva di pediatria venga ripristinata. Nella sua risposta ha sottolineando quanto sia strana la notizia inerente le gravi conseguenze che la contrazione del servizio sanitario, con la sospensione della guardia pediatrica, hanno causato, dal momento in cui si è appreso dall’ Assessorato regionale che sono arrivati i fondi per la ristrutturazione del nuovo servizio di pronto soccorso e dell’unità di ortopedia dell’ospedale Guzzardi. La direzione aziendale ha, inoltre, asserito che avrebbe deliberato l’avvio al lavoro di dirigenti medici per neurologia, medicina e pediatria, occorre solo che prendano servizio. Dal loro canto, dunque, si sta lavorando per migliorare i servizi sanitari, le strutture, dotandole anche di personale qualificato.

 

Margherita Leone

 

Guzzardi Vittoria: si discute sulla sospensione della guardia pediatrica

About The Author
-