Ragusa: Poste italiane condannate al risarcimento a due clienti

I risparmi di due clienti erano finiti, senza la loro piena consapevolezza, in fondi comuni di investimento ad alto rischio: per questo motivo saranno risarciti da Poste Italiane. E´ quanto deciso dal giudice del tribunale di Ragusa Rosanna Scollo che ha condannato Poste Italiane a risarcire i due clienti. Questi ultimi avevano investito i loro risparmi nella errata convinzione che fossero stati destinati a prodotti previdenziali ad accumulo puro, senza margine di rischio. Invece le  parti lese avevano investito i loro risparmi in prodotti finanziari, i cosiddetti “necrotici” e ad alto rischio conclamato. Il magistrato ragusano ha stabilito la risoluzione dei contratti sottoscritti dai due clienti con Poste Italiane che aveva venduto quote del Fondo Europa Immobiliare, nonché a restituite la somma investita, oltre alla rivalutazione monetaria dalla data di investimento sino a quella della decisione e agli interessi al tasso legale sulla somma rivalutata di anno in anno, fino all’effettivo soddisfo. Il ricorso risale a circa cinque anni fa ed era stato presentato dagli avvocati Francesco Toto, sostenuto dallo Sportello dei diritti e Roberta Galfo di Modica che ha spiegato come i due clienti fossero convinti di investire in prodotti previdenziali ad accumulo puro per poi scoprire che i loro soldi erano finiti invece senza il loro consenso in fondo comuni di investimento ad alto rischio default.

Ragusa: Poste italiane condannate al risarcimento a due clienti

| News |
About The Author
-