Seconda giornata nazionale contro il bullismo e cyberbullismo

Domani è la seconda giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo. Si tratta di fenomeni frequenti tra i giovani che molte volte vengono taciuti per non creare disordini. In pochissimi anni il bullismo caratterizzato da azioni violente e intimidatorie esercitate da un bullo, o un gruppo di bulli, nei confronti di una vittima, si è trasformato in cyber-bullismo. Oggi, infatti, con la tecnologia i bulli si infiltrano nelle case delle vittime, si materializzano in ogni momento della loro vita, perseguitandoli con messaggi, immagini, video offensivi inviati tramite smartphone o pubblicati sui siti web tramite Internet. Per la seconda giornata nazionale, molte sono le iniziative nel territorio ibleo che sono state promosse al fine di sensibilizzare i giovani a tale. A ragusa la Polizia Postale e delle Comunicazioni in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha organizzato un workshop sul tema del cyberbullismo nell’Istituto professionale statale “Principi Grimaldi” di Modica. Si tratta di un’edizione speciale del progetto “Una vita da social” con lo svolgimento, in contemporanea, di incontri presso le scuole di 100 capoluoghi di provincia italiani. La Polizia Postale e delle Comunicazioni incontrerà oltre 60000 ragazzi in occasione del Safer Internet Day, sul tema “Creare, connettere e condividere il rispetto: una migliore connessione internet inizia con te”. L’obiettivo delle attività di prevenzione/informazione è insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri, stimolandoli a costruire relazioni positive e significative con i propri coetanei anche nella sfera virtuale.
A Vittoria , gli studenti delle seconde e terze classi dell’Istituto Comprensivo ‘Portella della Ginestra’ incontreranno domani alle ore 9 il Capo della Squadra Mobile di Ragusa della Polizia di Stato Antonino Ciavola e il pedagogista dell’Asp 7 di Ragusa Giuseppe Raffa. Il progetto dal titolo “Incontro sui pericoli della rete”, di cui è referente la professoressa Eliana Tolaro, è finalizzato a favorire i processi di inserimento nel gruppo e l’intreccio di relazioni tra gli alunni oltre ad accrescere la ‘rete’ dei rapporti affinché avvengano in modo positivo allo scopo di prevenire episodi di prepotenze e di vittimismo. A tal proposito si mira a potenziare negli alunni una crescita sociale attraverso un approccio ai problemi comportamentali di tipo “empatico”, il cui fine è promuovere una riflessione sulle dinamiche relazionali, sui segnali di disagio, sullo star bene a scuola. Durante l’incontro verrà presentata dal Capo della Squadra Mobile Antonino Ciavola l’app ‘YouPol’ creata dal Ministero dell’Interno per favorire la denuncia alle forze di Polizia, da parte degli alunni vittime di bullismo.

Seconda giornata nazionale contro il bullismo e cyberbullismo

| News |
About The Author
-