“Dona un farmaco” per la giornata di raccolta

 

Si svolge domani la 18esima edizione della Giornata di Raccolta del Farmaco. In migliaia di farmacie, in tutta Italia, saranno raccolti medicinali da banco da donare a più di 1.700 enti assistenziali che si prendono cura dei poveri. Anche il ragusano partecipa all’importante iniziativa che, anno dopo anno, si sta radicalizzando sempre di più, sensibilizzando alla richiesta. Le farmacie che hanno dato la loro disponibilità alla raccolta sono: a Modica, la farmacia Amore nel quartiere Sorda e quella Del Mulino a Modica Alta. A Pozzallo la farmacia Scalia e a Ragusa la raccolta sarà possibile presso le farmacie Ottaviano e Sciveres.
L’anno scorso, grazie all’impegno di oltre 14.000 volontari e al coinvolgimento di 3.851 farmacie sono stati consegnati agli enti più di 375mila farmaci.
Grazie ad essi, 578mila indigenti si sono potuti curare. E’ stato un buon risultato. Ma ancora molto distante da quello che sarebbe servito per rispondere al reale fabbisogno espresso dagli enti caritativi.
In questo modo è stato coperto solo il 37% delle richieste. Gli effetti della crisi non sono stati riassorbiti dalla ripresa, in Italia ci sono 4,7 milioni di poveri e la domanda di farmaci da parte degli enti è cresciuta in 5 anni (2012-2017) del 27,4%. Dal 2000 ogni anno, il secondo sabato di febbraio, in tutta Italia, migliaia di volontari di Banco Farmaceutico sono presenti nelle oltre 3.600 farmacie aderenti, e invitano i cittadini a donare farmaci per gli Enti assistenziali della propria città: è la GRF – Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco. Ogni Ente viene convenzionato ad una o più farmacie in cui sono raccolti esclusivamente farmaci senza obbligo di prescrizione.
In 17 anni la Giornata di Raccolta del Farmaco ha raccolto oltre 4.500.000 farmaci, per un controvalore commerciale di circa 26 milioni di euro. L’ultima edizione, che ha avuto luogo l’11 febbraio 2017, ha visto il coinvolgimento di 3.851 farmacie e oltre 14.000 volontari; dei farmaci raccolti hanno beneficiato oltre 578.000 persone assistite dai 1.721 Enti convenzionati con Banco Farmaceutico.
Dietro ai numeri, spesso asettici e impersonali, si celano le storie di persone e famiglie che faticano e procurarsi l’indispensabile per sopravvivere. Si tratta della gente che abita i luoghi che abitiamo noi. Persone che nascondono la propria indigenza per vergogna o orgoglio ma vivono spesso al nostro fianco e hanno i nostri stessi bisogni. Anche donare un solo farmaco, può essere molto.

“Dona un farmaco” per la giornata di raccolta

| News |
About The Author
-