Ieri, venerdì 9 febbraio, si è svolto “Tango. Una storia in breve”, presso la sala del Centro Studi Feliciano Rossitto di Ragusa. Un evento molto atteso per tutti gli appassionati del ballo in generale e del tango in particolare. “Tango. Una storia in breve” è stata raccontata ed interpretata dal maestro Gino Carbonaro, con la sua inseparabile fisarmonica, in quale ha raccontato la storia e le origini di un ballo ormai diffuso in tutto il mondo. Il tango è nato alla fine dell’Ottocento tra l’Argentina e l’Uruguay. Oltre all’America, culla del tango, altri continenti hanno influito alla sua diffusione, ovvero l’Europa, che con i suoi emigranti ha contribuito fortemente alla sua creazione, e l’Africa, che a livello ritmico ha influenzato la sua nascita.
Come espresso più volte dallo stesso Carbonaro, il tango, oltre ad essere un genere musicale e un ballo, è una poetica, una interpretazione musicale, un modo di esprimersi e un linguaggio corporale con il partner.
La serata è stata arricchita dalla presenza di una coppia di tangheri, che si sono esibiti in un ballo lento e sensuale.
L’iniziativa è stata possibile grazie alla sinergica cooperazione tra il Centro Studi Feliciano Rossitto, il Centro Servizi Culturali, Associazione Culturale “Genius”, Associazione Italiana Maestri Cattolici.

Il tango al “Feliciano Rossitto”

About The Author
-