Proxima Ragusa: le ragazze preparano le mascherine di carnevale

Anche per la cooperativa Proxima, la casa di accoglienza che ospita le vittime di tratte, oggi è Carnevale. Per l’occasione le giovani si sono sbizzariti a creare divertentissime mascherine colorate da indossare poi tutte insieme. La presidente della cooperativa Proxima, Ivana Tumino, è rimasta soddisfatta nell’osservare le giovani intente a realizzare una ad una le maschere di carnevale. Si è trattato di un momento molto importante di spensieratezza e creatività sia per le giovani ospiti che per le collaboratici. Ricordiamo che la maggior parte delle ospiti del centro hanno dei vissuti delicati e traumatici che hanno compromesso la loro serenità psicologica. Da qui il ruolo delle operatrici del centro, il cui compito consiste continuamente nel cogliere i momenti più opportuni e creare un clima di tranquillità e divertimento. Anche per Ausilia Cosentini, coordinatrice del progetto Fari 2.0 si tratta di uno dei tanti percorsi che si cerca di portare avanti tutti assieme nell’ambito delle azioni progettuali. Anche il semplice fatto di realizzare e poi indossare delle mascherine, fornisce quel senso che avvicina la vittima di tratta ad un clima di familiarità, di semplicità, di cui ciascuna di loro ha bisogno.

Proxima Ragusa: le ragazze preparano le mascherine di carnevale

| News |
About The Author
-