Vittoria, Polizia: titolare di azienda agli arresti domiciliari  per lesioni

E’ stato condotto agli arresti domiciliari Rosario Dezio, titolare di un’azienda agricola nel vittoriese. I fatti risalgono allo scorso giovedi 15 febbraio, dopo la denuncia di un operaio dell’azienda, un rumeno che si era recato al Commisariato di Vittoria per denunciare il suo titolare per averlo picchiato. Durante la denuncia, il rumeno ha riferito in modo minuzioso le violenze che sia lui che altri due connazionali avevano subito. L’antecedente risulta essere stata la sottrazione, da parte di due dei tre operai, di una bombola a gas in uno dei magazzini presenti in azienda al fine di portala nella loro abitazione, e riscaldarsi dal freddo della notte. Dezio Rosario, li aveva colti in flagranza. Uno di questi si era nascosto mentre l’altro era stato brutalmente picchiato con il calcio di un fucile, pugni e colpi di bastone. Per farli spaventare aveva sparato anche alcuni colpi di fucile. Cogliendo un attimo di distrazione di Dezio, intento a ricaricare il fucile, erano scappati. Dopo aver vagato per diverse ore, i due rumeni avevano trovato rifugio da un loro connazionale in un casolare abbandonato. Rintracciando il posto in cui si erano nascosti, Dezio Rosario aveva incominciato a picchiarli con un bastone. Al fine di dare una “lezione”, Dezio Rosario portò nuovamente in azienda i due operai. Colui che era riuscito a nascondersi venne malmenato e allontanato, mentre colui che era stato colto in flagranza venne chiuso all’interno di un garage, legato mani e piedi e appeso ad una trave. Una volta reso inerme, Dezio Rosario lo aveva picchiato selvaggiamente con un bastone in legno, procurandogli lesioni e fratture in più parti del corpo. Per aver privato della libertà il rumeno, il titolare dell’azienda deve rispondere anche di sequestro di persona.

Vittoria, Polizia: titolare di azienda agli arresti domiciliari per lesioni

About The Author
-