Modica: l’amore al centro del sabato letterario del “Quasimodo”

E’ stato dedicato al tema dell’ amore nella grande Letteratura il nono “Sabato Letterario” del Caffè Quasimodo di Modica, tenutosi lo scorso fine settimana al Palazzo della Cultura.
“L’amore – ha detto Domenico Pisana, Presidente del Caffè Quasimodo, introducendo la serata, è un topos della letteratura, atteso che la passione, l’amore e i sentimenti sono stati sempre oggetto di attenzione di diversi poeti, i quali, dall’antichità ad oggi, lo hanno cantato con i loro versi durante differenti periodi storici”. A trattare l’argomento è stato Antonio Borrometi, avvocato e cultore di studi umanistici, il quale, con riferimenti a Saffo, Virgilio, Catullo, Guido Cavalcanti, gli stilnovisti e Dante, per passare a Shakspeare e così via fino ai nostri tempi, ha intrattenuto i numerosi partecipanti scandagliando e raccontando lo scontro che avviene in ogni attimo della vita dell’uomo tra le passioni e la ragione; il racconto dell’innocenza perduta, delle trasgressioni, dell’amore romantico e di quello libertino. Molto interessante è stata la lettura del V Canto dell’Inferno di Dante, con la quale Borrometi ha rievocato la vicenda di Paolo e Francesca, concludendo il suo intervento con una recita “a braccio” di celeberrime terzine dantesche.
Molto apprezzati dal pubblico sia le letture di Giovanni Favaccio del Rotary Club di Modica, sia gli intermezzi musicali del Gruppo “Muorika mia”, tutti ispirati al tema dell’amore.

Modica: l’amore al centro del sabato letterario del “Quasimodo”

| News |
About The Author
-