Ragusa, Ex palazzo Ina: slittato di un giorno la riapertura

E’ slittata di un giorno la riapertura degli uffici giudiziari dell’ex palazzo Ina. Ricordiamo che nei giorni scorsi i locali erano stati chiusi per la rottura di un tubo dello scaldabagno dei servizi igienici al terzo piano, e per la conseguente infiltrazione d’acqua che ha causato l’allagamento dei pavimenti, compromettendo gli armadi di rete e le centraline elettriche. L’abbondante fuoriuscita dell’acqua ha pertanto danneggiato e reso impraticabili i locali del primo e del secondo piano dell’edificio. Dopo il primo sopralluogo effettuato dall’ingegnere Giovanni Iacono e dal dirigente dell’ufficio tecnico comunale, è stata disposta la chiusura immediata per i giorni 23, 24 e 25 febbraio da Biagio Insacco, presidente del tribunale di Ragusa. La chiusura si è protratta per un altro giorno perchè a quanto pare occorre ancora provvedere alla sistemazione dei soffitti che risultano bagnati e danneggiati dall’infiltrazione. Nonostante ciò il lavoro delle cancellerie è stato ripreso regolamente. Inoltre, nel corso della mattinata è stata ripristinata la linea dei computer, mentre da domani le udienze si dovrebbero tenere regolarmente. Tutte queste prudenze sono necessari, ha sottolineato l’ingegnere Iacono, per rendere i locali quanto più sicuri possibili dal momento che l’edificio è stato più volte contestato a causa della sua costruzione risalente agli anni settanta e quindi precedente alla normativa antisismica risalente agli inizi degli anni ’80. Per tale motivo il Comune ha disposto un ulteriore sopralluogo nel corso della mattinata per constatare eventuali problemi logistici o elettrici e consegnare i locali in piena sicurezza.

Ragusa, Ex palazzo Ina: slittato di un giorno la riapertura

| News |
About The Author
-