Gas refrigeranti senza patentino: la denuncia della Cna

I vertici di Cna Installazione e Impianti Sicilia sono in allarme in merito alla facilità con la quale su Internet si possono ordinare e ricevere direttamente a casa prodotti come gas refrigeranti, i quali necessitano il possesso di un apposito patentino.

L’Organizzazione tutta denuncia l’attuale stato di cose dovuto ad una totale assenza di controlli sul web, così come dimostrato dalla trasmissione televisiva Striscia la Notizia. Il programma satirico ha denunciato, qualche tempo fa, la facilità e la semplicità con cui Amazon permette a chiunque di potere acquistare un contenitore di gas,  anche in assenza di apposito patentino, necessario invece all’acquisto di determinati prodotti destinati solo a persone e imprese che ne dispongono la possibilità di acquisto.

Il presidente Giuseppe Napolitano e il responsabile regionale dell’Unione Vittorio Schininà, preoccupati per la gravità dell’attuale stato di cose, dichiarano quanto la cosa crei seri problemi di credibilità presso le imprese, situazione peraltro che serve a favorire attività illegali e criminose.

Ora Napolitano e Schininà si appellano al senso di responsabilità del prossimo Governo per porre rimedio a questa emergenza che penalizza pesantemente la categoria, e restano in attesa di approvazione del nuovo Decreto di Recepimento del Regolamento Europeo, bloccato da tempo alla Presidenza del Consiglio.

E intanto Cna Sicilia assieme a Confartigianato, Casartigiani e Claai, ha chiesto un incontro al neo assessore regionale all’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità, Alberto Pierobon, al fine di affrontare la problematica sulla gestione del catasto degli impianti termici e sull’esecuzione degli accertamenti e delle ispezioni legati agli impianti termici degli edifici.

Gas refrigeranti senza patentino: la denuncia della Cna

| News |
About The Author
-