Domenica 18 marzo presso l’Auditorium del Centro Studi Feliciano Rossitto si è svolto “Little Sicily”, uno spettacolo fantasmagorico in cui si è esibita Stefania Bruno, artista ennese nota per la sua arte e la sua pittura, fatta con passione, senza pennelli e senza colori. Il materiale utilizzato per realizzare le sue opere è la sabbia, e con questi piccoli granelli dà vita a storie, sagome, paesaggi. La giovane artista ha anche partecipato ad alcune trasmissioni televisive come “Tu sì que vales” e “Ballando con le stelle”.

Nello spettacolo di domenica “Little Sicily” Stefania Bruno ha emozionato il pubblico con la sua bravura, introducendo lo spettatore in una dimensione nuova in cui tutto nasce e muore nello stesso momento.

Muovendo le mani su un tavolo retroilluminato, Bruno ha creato immagini, mondi e personaggi. Si è trattato dunque di vere e proprie opere d’arte, avvolte in una fluida metamorfosi, dove i soggetti raffigurati appaiono e svaniscono perdendosi nella realtà, rimanendo solo nella memoria degli spettatori. Per questo ogni spettacolo dell’artista Stefania Bruno è un evento live unico e irripetibile.

La serata è stata introdotta dall’attrice Monica Bisceglia, accompagnata dalla voce narrante di Vincenzo Bruno.

 

Ragusa, al Centro Studi “Little Sicily”

About The Author
-