Ascom chiede revoca dell’ordinanza del Sindaco sulla chiusura dei negozi

Gianluca Manenti, presidente Ascom  e Giorgio Moncada chiedono a gran voce la revoca dell’ordinanza del Sindaco di Modica che dispone la chiusura dei negozi commerciali che insistono nel Polo Commerciale di Modica. L’ordinanza  scrivono in una nota gli esponenti di categoria  è ritenuta del tutto inutile.  In una nota vengono spiegate le motivazione che portano i due a ritenere la nota vana: pare che un accordo fosse già stato raggiunto tra i titolari delle aziende. Si era deciso di chiudere i negozi per rispettare una tradizione ventennale. Sulla motivazione addotta alla scelta del Primo Cittadino modicano replicano chiedendosi come mai il Sindaco non ha tenuto conto che la prefettura di Ragusa è del tutto in grado di garantire con uomini e mezzi, come accade nel resto della provincia.

I due si schierano a difesa della classe imprenditoriale: “E’ irrispettoso –  scrivono –  verso le aziende commerciali e l’impresa in genere, farla apparire come fuorilegge e dissacrante dei valori, nella fattispecie quello religioso e della famiglia”.

Per Moncada e Manenti il dialogo è l’unico mezzo in grado di mettere d’accordo tutte le parti interessate. Il trattamento del personale, non è di certo con queste scelte impositive che si possono risolvere i vari problemi del comparto.

Il Direttore del centro commerciale La Fortezza di Modica sulla vicenda spiega che la polemica che ne è nata sulla vicenda non gli appartiene. Nonostante le normative lo consentono, la chiusura per il giorno di Pasquetta era già stata decisa, nel rispetto dell’ordinanza del Sindaco e dei lavoratori. Anche il direttore auspica comunque nell’interlocuzione tra le parti per garantire e programmare le scelte future da seguire.

di Valentina Di Rosa

Ascom chiede revoca dell’ordinanza del Sindaco sulla chiusura dei negozi

| News |
About The Author
-