Tariffe aeree, protesta contro i prezzi dei biglietti cari

Milano Catania solo andata fino a 400 euro. Questo è l’importo del biglietto aereo che si arriva a pagare nei mesi di luglio e agosto. Tutto ciò risulta inaccettabile, non solo per chi vuole trascorrere dei giorni di vacanza nei territori siciliani ma anche e soprattutto per le famiglie degli studenti universitari che vivono per motivi di studio a Roma e nel nord Italia, per non parlare dei tanti lavoratori costretti ad emigrare per mancanza di occupazione in Sicilia. Inoltre, a quanto pare i biglietti messi in vendita da “Alitalia giovani”, ovvero lo sconto riservato ai passeggeri dai 12 ai 25 anni di età non sono ancora disponibile. E’ per tale motivo che Pippo Gennuso, parlamentare all’Ars degli “autonomisti”, ha chiesto al governatore della Sicilia, Nello Musumeci di intervenire sul caro biglietti aerei praticato dalle compagnie che utilizzano gli scali di Catania, Palermo, Trapani, Comiso e Lampedusa. Sarebbe opportuno, dichiara Gennuso, che il governatore convocasse i responsabili dei vettori che utilizzano gli aeroporti della Sicilia per chiedere di calmierare le tariffe praticando agevolazioni per i residenti in Sicilia e soprattutto di potenziare le tratte, almeno fino a settembre.

Tariffe aeree, protesta contro i prezzi dei biglietti cari

| News |
About The Author
-