Modica: deserta la gara per le riprese televisive

Di seguito la dichiarazione resa dai alcuni consiglieri comunali della “minoranza”:
“Come volevasi dimostrare. A riprova del fatto che l’Amministrazione comunale di Modica non ha alcune intenzione di rendere pubblico e trasparente ciò che accade in Consiglio comunale, il bando per le riprese televisive in scadenza oggi è andato deserto. Il fatto che il sindaco intendesse trovare un editore locale disposto ad assicurare il servizio a titolo gratuito non rappresenta infatti solo una pretesa poco rispettosa del lavoro giornalistico, ma innanzitutto un abile escamotage per illudere i cittadini di stare facendo la propria parte, quando sin dall’inizio ben sapeva – e probabilmente sperava – che non avrebbe ottenuto alcun risultato. 
Il sindaco e la maggioranza, insomma, giocano con l’aspettativa dei modicani di poter tenere gli occhi aperti sul loro operato: hanno bocciato la mozione presentata in consiglio comunale dai colleghi Medica e Cavallino per assicurare la copertura in streaming delle sedute col pretesto che avrebbe comunque rappresentato un costo, ma appare ai limiti del buon senso amministrativo pretendere di assicurare questo servizio così importante senza il minimo investimento a fronte delle ben altre spese sostenute con finalità decisamente meno strategiche. 

Nel frattempo, siccome noi non giochiamo affatto e anzi facciamo molto sul serio, ci assumiamo la responsabilità di garantire a tutti i cittadini che in un modo o nell’altro potranno presto vedere da casa le sedute del consiglio comunale: faremo ogni sforzo e metteremo  a disposizione tutte le nostre risorse, anche economiche se sarà necessario.”
I consiglieri comunali:
Salvatore Poidomani
Filippo Agosta
Ivana Castello
Giovanni Spadaro

Modica: deserta la gara per le riprese televisive

| News |
About The Author
-