Connect with us

Hi, what are you looking for?

Cronaca

Il truffatore seriale di Scicli colpisce ancora

E’ ormai conosciuto per le sue truffe e nonostante in carcere ne escono sempre di nuove per lo sciclitano Giorgio Covato di 41 anni, truffatore seriale già arrestato lo scorso febbraio per aver truffato un prete di Trapani mentre si trovava agli arresti domiciliari per altre truffe. Arresto che proprio Trovato scontava in una casa messa a disposizione dal prete che ha tentato di truffare.

Questa volta a terminare nei raggiri di Trovato una donna romena.  Lo sciclitano, trasferito a Palermo,  nel febbraio dello scorso anno, aveva infatti messo a segno l’ennesima a truffa di cui si è saputo solo recentemente. Un modus operandi simile a quallo già utilizzato con il prete visto che il truffatore agganciava le proprie vittime conquistandone la fiducia per poi mettere in pratica la truffa vera e propria. L’uomo riuscì ad entrare in confidenza con la donna, qualificandosi come poliziotto sotto copertura, riuscendo, addirittura, a farsi ospitare dalla vittima. La rumena, fidandosi, gli confidava l’intenzione di spendere i propri risparmi per l’acquisto di una casa, Covato, a questo punto, le ha proposto di rivolgersi alla sua fantomatica mamma, inventandosi che questa si occupava di intermediazione finanziaria e immobiliare. La scusa perfetta per entrare in possesso dell’ingente somma, attraverso l’apertura di alcuni conti gioco presso una società di scommesse sportive. Contro Covato l’accusa anche del furto di tovaglie, una fede e un girocollo in oro. L’ordine di arresto ha raggiunto Covato in carcere a Ragusa dove si trova dal febbraio scorso ancora per, come accennato, aver raggirato un prete a Trapani dopo che l’uomo di chiesa lo aveva ospitato nella canonica della chiesa al fine di permettergli di scontare i domiciliari e con la speranza che la vicinanza alla chiesa avrebbe accelerato il suo cammino di pentimento.

Covato invece dovrà anche rispondere di truffa, indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento, autoriciclaggio, sostituzione di persona e furto aggravato.

 387 visualizzazioni totali,  11 visualizzazioni oggi

Advertisement

Ti potrebbero interessare

Cronaca

Aggredisce due vigilesse per una multa di lieve entità. Le insegue, le sperona con la propria autovettura ed inizia ad inveire contro le due...

Cronaca

Schiaffi e sputi all’interno del carcere di Ragusa di via Giuseppe Di Vittorio. Non voleva consegnargli alcuni farmaci e per tale ragione l’operatore sanitario...

Cronaca

Restano gravi le condizioni del 15enne modicano, in sella al suo scooter, vittima ieri di un incidente stradale in via Loreto Gallinara a Modica...

Attualità

Dopo 10 anni trascorsi in opposizione Mario Marino è il nuovo sindaco di Scicli. Ieri ha battuto la sfidante al ballottaggio Caterina Riccotti con...