Connect with us

Hi, what are you looking for?

Cronaca

Vigilesse aggredite a Scicli per una multa. Interviene la Cisl

Aggredisce due vigilesse per una multa di lieve entità. Le insegue, le sperona con la propria autovettura ed inizia ad inveire contro le due vigilesse. E’ quanto accaduto nell’ultima calda domenica a Scicli, intorno alle 13.30 mentre i due egenti si trovano in via Ponchielli in seguito a un incendio.

Un uomo alla guida di una vettura, S.S. le sue iniziali, ha speronato l’auto della polizia,  sbarrandole poi la strada.  Una volta sceso dal proprio mezzo, ha sferrato dei pugni all’auto di servizio della municipale, aggredendo fisicamente le due agenti in servizio. 

Il motivo dell’aggressione, la pretesa che gli venisse annullato un verbale che altri agenti di polizia gli avevano comminato per una sosta vietata in stalli riservati alle moto. Una multa, peraltro, di lieve entità. 

Le due vigilesse hanno riportato lesioni con prognosi di otto giorni ciascuna. 

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Modica, che hanno tratto in arresto l’uomo, già noto alle forze dell’ordine e posto in custodia domiciliare.

Ad intervenire oggi anche la Cisl Fp. Il segretario generale Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi, in uno alla coordinatrice polizia locale Rg Sr, Maria Rosa Portelli, esprime solidarietà alle due operatrici a fronte della pesante vicenda in cui sono rimaste coinvolte. “Certamente – chiariscono Passanisi e Portelli – si è trattato di un atto ignobile e ingiustificabile. La violenza verso chi è chiamato a fare rispettare le norme dimostra quanto oramai questa società, almeno in alcune frange, sia priva di valori. Questo episodio testimonia ancora una volta, qualora ce ne fosse di bisogno, come occorra una maggiore attenzione dello Stato verso gli operatori di polizia locale e le attività che questi svolgono. Tutto ciò non è ammissibile e come sindacato alziamo la voce affinché episodi del genere non passino sotto traccia. E’ indispensabile la massima attenzione. Ci preme che questi agenti, questi operatori, nel caso della polizia municipale di Scicli con la presenza di un’alta percentuale di donne, possano svolgere il loro lavoro in piena sicurezza e serenità. Chiediamo a chi di competenza di intervenire e di trovare le opportune contromisure affinché episodi del genere non abbiano più a ripetersi”.

Fine settimana non più tranquillo a Marina di Ragusa teatro di un raid vandalico ad opera di giovani in preda ai fumi dell’alcol che hanno preso di mira alcune vetture parcheggiate nella centralissima via Citelli a Marina di Ragusa. Ad intervenire su quanto accaduto i consiglieri comunali M5s Antonio Tringali e Alessandro Antoci. “Si tratta di un gesto sicuramente ad opera di giovinastri, solo danni banali ancorché economicamente consistenti ma non per questo meno gravi. Evidente che la mancanza di controlli, soprattutto nelle ore notturne, costituisce un lasciapassare per dei poco di buono”.

 1,664 visualizzazioni totali,  7 visualizzazioni oggi

Advertisement

Ti potrebbero interessare

Cronaca

87 i migranti accolti al Porto di Pozzallo stamani. Stanno tutti bene e sono negativi al Covid 19. 28 saranno trasferiti fuori regione.  260 visualizzazioni...

Cronaca

Nell’ambito dei controlli disposti in materia di tutela ambientale e della salute pubblica coordinati dal comandante Raffaele Falconieri, su direttiva del Commissario Straordinario del...

Cronaca

La mattina dell’undici agosto è come quasi ogni anno il giorno in cui gli amministratori sono costretti a predisporre la bonifica delle spiagge colme...

Cronaca

Resta in prognosi riservata il ragusano che in compagnia di un amico ha tentato ieri di fuggire in sella ad uno scooter senza casco...