Connect with us

Hi, what are you looking for?

Politica

Amministrative a Ragusa. Il sindaco Cassì chiarisce sulla seconda candidatura

“In molti mi chiedono di sciogliere la riserva su possibili alleanze in vista delle prossime elezioni amministrative del 2023.

Lavorare ad una coalizione elettorale per conseguire un risultato, a prescindere dalle affinità e dalle sensibilità degli interlocutori, dalla condivisione di metodi e di contenuti, e quindi a prescindere dalla successiva tenuta del Governo ipotetico della città, non è utile e non mi interessa.

Lo spettacolo al quale abbiamo assistito in occasione delle elezioni regionali è stato imbarazzante: fino all’ultimo si è parlato solo di distribuzione di incarichi, di contrapposizioni personali, di veti incrociati, con l’uso di un linguaggio torbido ed irresponsabile. Mai una parola sui contenuti, sulle cose da fare, su come farle e con quali risorse.

La maggioranza degli aventi diritto al voto sceglie ormai di non votare, e credo che ciò dipenda anche dal fatto che la gente fatica sempre più ad identificarsi in questo sistema di relazioni mutevoli, nel quale il potere si autocelebra, si azzuffa, si insulta usando slogan utili innanzitutto ad evitare di approfondire.

La vera politica parla la lingua della serietà, della coerenza, della responsabilità, dell’affidabilità, non rifiuta il dubbio nell’affrontare questioni complesse, riconosce la fallibilità come premessa di metodo, fa sempre del proprio meglio indipendentemente dalle ricompense e dalle conseguenze.

L’Amministrazione che tra qualche mese giungerà al termine del proprio mandato, deve perseguire in primo luogo un obiettivo di chiarezza con i cittadini, seguendo un percorso lineare di avvicinamento alle prossime elezioni.

Queste le tappe:

1- BILANCIO DI FINE MANDATO

Si tratta di un adempimento di legge e consiste nella raccolta di dati, notizie, informazioni relativi all’intero periodo di svolgimento del mandato, da collazionare e presentare sia in forma cartacea che digitale, supportati da grafiche ed immagini.

L’Amministrazione uscente parla attraverso i fatti, i risultati raggiunti e quelli mancati, la percentuale di attuazione del programma elettorale, le iniziative non programmate assunte in corso d’opera, lo stato di avanzamento dei progetti, la qualità dei servizi, l’efficienza della macchina amministrativa, indicando i punti di forza e quelli di debolezza: ci sarà tanto da raccontare. E ci sarà ancora tanto da fare nei prossimi mesi, dato che è ferma intenzione mia e dei miei collaboratori di lavorare fino all’ultimo giorno nell’interesse della città.

2- CONSOLIDAMENTO DEL MOVIMENTO CIVICO

Parallelamente alla predisposizione del Bilancio di fine mandato, occorre consolidare il movimento civico presente in Consiglio Comunale con una propria lista dal 2018, caratterizzato da ampia trasversalità rispetto alle tradizionali ideologie politiche.

L’obiettivo è di lavorare alla formazione di un paio di liste civiche che includano consiglieri ed assessori in carica, nonché nuovi candidati individuati sulla base della condivisione di valori, di principi, di idee; disposti a mettersi a disposizione della città con slancio e dedizione.

3- CONFRONTO CON ALTRE FORZE POLITICHE

Arriva quindi il momento di avviare un approfondito confronto con le altre forze politiche presenti in città con le quali ci sia affinità di valori e di principi, con le quali discutere di visione della città, di programmi e progetti di massima.

Sarà presa in seria considerazione l’attitudine al dialogo ed al sereno confronto dimostrati durante questa esperienza amministrativa, in vista di possibili alleanze che non rappresentino solo la somma algebrica di voti, ma che aprano scenari di buon governo, secondo canoni di competenza, passione civile, lavoro di squadra.

Rivendico di aver rispettato tutti gli impegni presi con alleati e sostenitori ad inizio della campagna elettorale 2018, proprio perché sono stati assunti solo impegni che si sarebbero potuti rispettare.

4- PROGRAMMA

Consolidato il movimento civico e strette opportune alleanze sulla base di valori condivisi, si potrà infine mettere a punto un programma elettorale dettagliato, realistico, concreto, realizzabile, da predisporre anche all’esito di confronti con associazioni, sindacati, enti”.

 651 visualizzazioni totali,  3 visualizzazioni oggi

Advertisement

Ti potrebbero interessare

Attualità

Un modo nuovo di creare rete e contatti: è quello voluto dalla Cna che per la prima in Sicilia attraverso un format innovativo. Domani...

Cronaca

Tre ginecologi in servizio presso l’Ospedale Maggiore Baglieri di Modica sono stati condannati. I fatti risalgono al 2014: un neonato è morte poche ore...

Politica

Ancora quattro mesi di tempo concessi a partiti per fare la quadra in vista delle prossime amministrative nei quattro comuni ilei chiamati al voto,...

Attualità

Il punto sui lavori che nei prossimi mesi interesseranno il Lungomare Bisani a Marina di Ragusa. E’ quanto scrive il sindaco Peppe Cassì alla...