Connect with us

Hi, what are you looking for?

Attualità

Medici di famiglia oggi a lume di candela per protesta

Anche Fimmg Ragusa aderisce alla protesta simbolica, indetta a livello nazionale dalla categoria dei medici di medicina generale, per dare un segnale a tutte le forze politiche, locali e nazionali, che in questo momento stanno discutendo la prossima Legge di bilancio. Nella giornata di oggi le luci degli studi medici si spengono per qualche minuto e le visite proseguiranno a lume di candela.
Ancora una volta la medicina di famiglia viene ignorata nei provvedimenti in discussione a sostegno delle imprese e degli studi professionali per sopperire ai costi del caro energia e dell’inflazione. Probabilmente non è ancora chiaro che il medico di famiglia è un libero professionista convenzionato, assimilabile ad una piccola impresa, con tutti gli oneri di gestione del proprio studio professionale compresa la presenza di personale amministrativo ed infermieristico.
È un primo segnale per sottolineare le condizioni critiche in cui lavorano i medici di famiglia, senza ricorrere a sistemi di protesta più radicali che, in questo momento di picco dell’influenza stagionale e recrudescenza della pandemia, sarebbero contrari al senso di responsabilità verso gli assistiti che da sempre caratterizza questa professione.

 1,061 visualizzazioni totali,  3 visualizzazioni oggi

Advertisement

Ti potrebbero interessare

Attualità

Un motore mai spento quello di Ragusani nel Mondo che quest’anno si prepara alla sua 28esima edizione. In studio il Direttore Sebastiano D’Angelo che...

Attualità

Dopo più di 40 anni la Città ha lo strumento fondamentale che permetterà una grande crescita commerciale, turistica ed economica. E’ quanto afferma il...

Economia

La segreteria generale dell’Ust Cisl Ragusa Siracusa, Vera Carasi, preoccupata per le ricadute che si potrebbero verificare in area iblea a causa del prezzo...

Sanità

Prorogato l’incarico del Direttore Sanitario Aziendale al dott. Raffaele Elia per tutto il periodo della Gestione commissariale, cioè fino al 30 giugno prossimo o...