Connect with us

Hi, what are you looking for?

Attualità

Sicilia. Siccità. “Siamo alla resa dei conti e nessuno fa niente”

Siccità: in Sicilia siamo alla resa dei conti e nessuno fa niente. Questo il tema della nota di Federconsumatori Sicilia.

“Questo Governo regionale – spiega – si aggiunge alla lunga lista di Governi che non hanno fatto nulla per risolvere l’emergenza idrica in Sicilia.

Federconsumatori Sicilia è fortemente preoccupata non solo per la situazione attuale, ma anche per la gestione di tale situazione. Sostanzialmente una non-gestione che, se non viene corretta subito, potrebbe avere anche conseguenze sanitarie pesanti.

“Sappiamo benissimo – afferma il presidente di Federconsumatori Sicilia, Alfio La Rosa – che le tubature in Sicilia perdono fino a oltre metà dell’acqua che trasportano. Sappiamo benissimo che ciò succede da ben prima che si insediasse questo Governo regionale. Sappiamo benissimo che nessuno, prima di questo Governo regionale, ha fatto nulla di concreto per risolvere la situazione. Adesso sappiamo benissimo che nemmeno questo Governo sta facendo nulla. Solo che ora la situazione è molto più grave, interessa molte più persone e non ci sono affatto prospettive di miglioramento del clima nei prossimi anni”.

La situazione è pericolosa dal punto di vista sanitario: l’isola è tutto un brulicare di autobotti che trasportano acqua che viene da chissà dove, che non è stata controllata da nessuno e che viene trasportata in modo spesso non conforme alla normativa sanitaria. Federconsumatori Sicilia, pertanto, invita i cittadini che si servono di questi servizi privati a stare molto attenti: non usate, finché possibile, quest’acqua per scopi alimentari. Se siete costretti, allora fatela bollire prima di usarla.

Federconsumatori Sicilia si aspetta che il Governo regionale, che è stato così solerte nel mettere in piedi un (inutile) sistema di ristori per il carovoli ora si dia da fare affinché i cittadini abbiano uno sconto, o almeno un ristoro, sui canoni del Servizio Idrico Integrato.

Federconsumatori Sicilia si aspetta che il Governo regionale faccia le barricate, con il coltello tra i denti, per ottenere da Roma (e magari anche da Bruxelles) corposissimi aiuti per finanziare un vero piano di ristrutturazione della malandata rete di acquedotti siciliani.

Federconsumatori Sicilia si aspetta che, di fronte alle drammatiche immagini che vengono dalle dighe e dagli invasi siciliani, e che vediamo ormai tutti i giorni sulla stampa persino nazionale, non faccia finta di niente, come hanno fatto i Governi che l’hanno preceduto”.

 1,511 visualizzazioni totali,  6 visualizzazioni oggi

Advertisement

Ti potrebbero interessare

Attualità

Presentato questa mattina in conferenza stampa presso la sede della Fondazione San Giovanni di Ragusa “Pulmì”, il servizio sperimentale di trasporto di comunità a...

Attualità

Dopo i numerosi appuntamenti delle scorse settimane presso la Parrocchia San Paolo Apostolo a Modica, si entra nel vivo dei festeggiamenti della Madonna del...

Attualità

“Controllo della formazione del prezzo, moratoria per le imprese agricole in difficoltà, fondo per le aziende siciliane da 15 milioni di euro per i...

Attualità

“Piccoli passi avanti, ma troppi nodi restano irrisolti”. Questo il commento dell’Associazione “Comitato Civico Articolo 32 Ragusa”, dopo la seduta dell’11 luglio scorso del...

Testata giornalistica Canale 74 iscritta al n. 7/93 del Tribunale di Ragusa
Direttore responsabile: Davide Allocca
Direttore di rete: Dott. Massimiliano Casto
Indirizzo: S.S. 115 Km 339.500 - 97015 Modica (RG) - Email: redazione.canale74@gmail.com

Copyright © 2022 Canale 74. Powered by DafaSystem.