Connect with us

Hi, what are you looking for?

Cronaca

Evade i domiciliare per continuare a spacciare droga in piazza

Sorpreso a spacciare droga in piazza Manin a Vittoria nonostante sottoposto agli arresti domiciliari qualche mese prima sempre per spaccio. Adeso le manette sono scattate ai polsi di un 37 enne extracomunitario con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e per stupefacenti.
I fatti risalgono allo scorso novembre quando, nell’ambito di mirati servizi di Polizia finalizzati al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, il pusher era stato fermato ed indentificato subito dopo aver ceduto hashish ad un’altra persone. In quella stessa occasione gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vittoria hanno anche trovato ventiquattro stecchette di sostanza stupefacente del tipo hashish, del peso complessivo di grammi 30 e la somma di euro 60, in banconote di vario taglio mentre il secondo soggetto veniva trovato in possesso della somma di 160 euro.
Per tali fatti lo straniero è stato tradotto nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.
In sede di Udienza di Convalida, tenutasi il giorno seguente, il Giudice del Tribunale di Ragusa aveva disposto nei confronti dello stesso l’Obbligo di presentazione alla P.G.
Nonostante la misura cautelare in atto, lo scorso 30 dicembre, nell’ambito dell’attività dedicata alla prevenzione e al controllo del territorio, il cittadino extracomunitario è stato nuovamente sorpreso da personale del Commissariato di P.S. di Vittoria durante un servizio di controllo del territorio, trovandolo in possesso di altra sostanza stupefacente, di materiale per il confezionamento e dei soldi provento dell’attività illecita dello spaccio.
Per tali nuovi fatti, l’uomo è stato tratto in arresto lo scorso 10 gennaio, in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, in aggravamento di quella già in atto, emessa dal Giudice su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa.

 418 visualizzazioni totali,  3 visualizzazioni oggi

Advertisement

Ti potrebbero interessare

Attualità

Un modo nuovo di creare rete e contatti: è quello voluto dalla Cna che per la prima in Sicilia attraverso un format innovativo. Domani...

Cronaca

Tre ginecologi in servizio presso l’Ospedale Maggiore Baglieri di Modica sono stati condannati. I fatti risalgono al 2014: un neonato è morte poche ore...

Politica

Ancora quattro mesi di tempo concessi a partiti per fare la quadra in vista delle prossime amministrative nei quattro comuni ilei chiamati al voto,...

Attualità

Il punto sui lavori che nei prossimi mesi interesseranno il Lungomare Bisani a Marina di Ragusa. E’ quanto scrive il sindaco Peppe Cassì alla...