Connect with us

Hi, what are you looking for?

Attualità

Centro storico sempre più abbandonato, le proposte di FdI

“Una politica più incisiva per il centro storico. Un’attenzione supplementare si rende utile. Perché quella che, finora, allo stesso è stata riservata, non ha sortito, con tutta evidenza, gli effetti sperati. E non ci si venga a dire che non amiamo il centro storico. Anzi, proprio perché siamo convinti assertori del suo rilancio, è chiaro che bisogna operare con tutta una serie di scelte che possano risultare più efficaci. Sotto ogni punto di vista”.

Lo afferma il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia a Ragusa, Luca Poidomani, dopo avere preso atto, tra l’altro, che, nel piano di spesa della legge su Ibla, approvato di recente in commissione, sono state esitate delle misure che contemplano l’individuazione di somme da destinare a giovani studenti provenienti da altre città che scelgono i corsi universitari attivi su Ragusa. “E’ fin troppo evidente – continua – che soltanto questo non basta. Perché continuiamo a confrontarci con un centro storico abbandonato a se stesso, un centro storico senza adeguate attenzioni. Quindi, se l’amministrazione intende fare qualcosa, lo faccia subito. Magari, ad esempio, puntando su un piano particolareggiato per il centro storico che fornisce la possibilità a chi decide di abitarci di potere abbattere e ricostruire rispettando le cubature e, quindi, di ristrutturare le abitazioni già esistenti. E diamo a chi intende vivere il centro storico la possibilità di potere contare non tanto su incentivi vaghi quanto sulla possibilità di puntare su sgravi specifici dei tributi comunali. Si potrebbe programmare la riduzione dei tributi comunali per un periodo quinquennale o, addirittura, decennale: sarebbe un bell’aiuto”.

“Ci sembra – continua Poidomani – che l’amministrazione comunale, per quanto riguarda anche il centro storico, abbia fatto solo annunci spot. Il presidio di polizia comunale in piazza San Giovanni? Bene. Ma che cosa è cambiato? In sostanza nulla. Solo un’operazione d’immagine. L’annuncio dell’incremento dei controlli prima dell’estate? Bene anche questo. Ma di fatto non è aumentata la percezione di sicurezza. Anzi, i mesi di gennaio e febbraio, da questo punto di vista, non ci hanno consentito di stare tranquilli. Molti episodi limite (dalla tentata violenza sessuale all’accoltellamento in via Roma, giusto per ricordare i due più clamorosi).

La sensazione, lo ribadiamo, è quello di un centro storico che sembra essere abbandonato a se stesso. Dobbiamo invertire subito questa tendenza. Non possiamo più aspettare. E’ da tempo che la situazione è sfuggita di mano. Attendere oltre determinerebbe un declino irreversibile di cui questa amministrazione sarebbe responsabile. E forse è il caso che il sindaco si renda conto che qualche elemento della sua squadra non è certamente il più adatto per il compito assegnatogli”.

 800 visualizzazioni totali,  3 visualizzazioni oggi

Advertisement

Ti potrebbero interessare

Attualità

Continua il progetto Differenziamo Ragusa 2024 promosso dagli Assessorati all’Ambiente e alla Pubblica istruzione del Comune di Ragusa in collaborazione con l’Impresa Ecologica di...

Attualità

In vigore fino al 30 settembre 2024 l’ordinanza “antibivacco” nel Centro Storico di Ragusa. Lo annuncia il Sindaco, Peppe Cassì, il quale sottolinea come...

Attualità

“L’idea di far nascere Ia società Iblea Acque, da chiunque sia venuta, alla luce dei vari problemi di legittimità emersi nel suo anno di...

Attualità

Un incontro stimolante e sinergico quello avvenuto tra la Consulta Femminile del Comune di Ragusa e il Commissario Straordinario dell’ASP di Ragusa, il dr....

Testata giornalistica Canale 74 iscritta al n. 7/93 del Tribunale di Ragusa
Direttore responsabile: Davide Allocca
Direttore di rete: Dott. Massimiliano Casto
Indirizzo: S.S. 115 Km 339.500 - 97015 Modica (RG) - Email: redazione.canale74@gmail.com

Copyright © 2022 Canale 74. Powered by DafaSystem.