Connect with us

Hi, what are you looking for?

Attualità

Ragusa. Confcooperative, le strategie per il rilancio

Da un mese in mezzo in attività nel suo nuovo ruolo di presidente provinciale Confcooperative Ragusa, Luca Campisi ha utilizzato questo periodo per guardarsi attorno e per cercare di verificare quali possono essere le strategie migliori in grado di incidere nella maniera più positiva possibile sulla crescita del movimento cooperativo nell’area iblea.

“Il cui stato di salute – afferma – per quanto riguarda alcuni settori, è positivo ma, naturalmente, c’è la necessità di crescere ancora di più e di migliorare alcune performance affinché le stesse ci facciano essere in grado di rispondere presente alle sfide che saremo chiamati ad affrontare da qui a poco. Stiamo, dunque, concentrando l’attenzione, in questa delicata fase, su tutti quegli ambiti in cui potremo fare sentire ancora di più la nostra presenza”.

Giovedì 18 ci sarà la prima riunione del Consiglio territoriale per mettere a fuoco i temi prioritari dell’agenda operativa da definire per il prossimo futuro.

Ciò al fine di affrontare alcune tematiche pregnanti quali quelle della transizione digitale, della rigenerazione urbana, della necessità di dare risposte specifiche alle cooperative agricole e sociali. Ma non solo.

Il presidente Campisi sta predisponendo un calendario di incontri con i sindaci e con la deputazione nazionale e regionale dell’area iblea per rilanciare le questioni più scottanti che attengono all’attività di Confcooperative, a cominciare da quella riguardante l’adeguamento contrattuale nel settore della cooperazione sociale.

“Inoltre – aggiunge Campisi – abbiamo condotto e concluso i colloqui, grazie al nostro apparato tecnico presieduto dal responsabile Emanuele Lo Presti, per animare i progetti del Servizio civile universale che daranno ancora una spinta maggiore alla nostra struttura. Siamo poi attivamente impegnati nelle procedure per la ricostituzione della Camera di Commercio del Sud Est affinché la tradizionale casa delle imprese possa tornare a svolgere in maniera piena il proprio ruolo dopo un periodo contrassegnato da decisioni niente affatto semplici.

E, infine, stiamo monitorando con la massima attenzione tutto ciò che ha a che vedere con il pianeta delle infrastrutture locali. Senza adeguate vie di comunicazioni, lo sviluppo non può crescere così come ce lo aspettiamo. E continueremo ad essere naturalmente penalizzati. Quindi, vigili per quanto riguarda la Ragusa-Catania, la Siracusa-Gela, con riferimento, in particolare, al tratto ibleo, il porto di Pozzallo e l’aeroporto di Comiso”.

 1,483 visualizzazioni totali,  4 visualizzazioni oggi

Advertisement

Ti potrebbero interessare

Attualità

La spettacolare uscita del santo patrono dalla sua chiesa. La celebrazione dei Vespri al Purgatorio; il rientro gioioso e solenne dei due fercoli, il...

Attualità

Un convegno centrale per l’industria locale, promosso dalla Cgil e dalla Filctem di Ragusa, ieri pomeriggio all’auditorium del Centro Studi Feliciano Rossitto di Ragusa....

Attualità

Viene fermato durante una normale attività di controllo dalla Guardia di Finanza di Messina, mentre tornava in Sicilia in auto con la moglie e...

Attualità

Un’importante operazione congiunta volta al controllo del territorio e alla tutela ambientale, è stata effettuata dalla Polizia di Stato e dagli agenti della Polizia...

Testata giornalistica Canale 74 iscritta al n. 7/93 del Tribunale di Ragusa
Direttore responsabile: Davide Allocca
Direttore di rete: Dott. Massimiliano Casto
Indirizzo: S.S. 115 Km 339.500 - 97015 Modica (RG) - Email: redazione.canale74@gmail.com

Copyright © 2022 Canale 74. Powered by DafaSystem.