Connect with us

Hi, what are you looking for?

Attualità

Modica. “Le criticità di Iblea Acque”

“È proprio il caso di dire che la Società chiamata a gestire il Servizio Idrico Integrato  (S.I.I.) in provincia di Ragusa, almeno a Modica, fa acqua sotto diversi aspetti”.

E’ quanto afferma l’ex-consigliere comunale Nino Cerruto, in merito alla situazione legata alle bollette inviate da Iblea Acque.

“A tanti cittadini – sottolinea Cerruto – sono arrivate fatture  più che sovrastimate perché non hanno effettuato la lettura reale dei contatori e perché in  diversi casi non hanno tenuto conto dello storico dei consumi.

Altro elemento di criticità sono i giorni e gli orari di apertura degli uffici al pubblico, del tutto inadeguati al fabbisogno reale dell’utenza. A Modica, dove gli uffici sono aperti sei ore a settimana, si arriva al paradosso che recandosi negli orari di apertura non fanno nemmeno  entrare o non viene consegnato il numero per il ricevimento, perché ci sono liste d’attesa che  non riescono a smaltire entro l’orario di chiusura.

Per non parlare poi della infelice scelta dei  locali degli uffici ubicati in via della Costituzione (ex ss.115); si pensi alle persone anziane  sprovviste di mezzi propri di spostamento che da Modica Alta devono raggiungere il centro  commerciale per poi magari sentirsi dire che non possono essere ricevuti data l’alta affluenza  di pubblico.

Se a tutto ciò si aggiunge il fatto che non trovano riscontro le mail e le pec  trasmesse, si palesa l’impossibilità tecnica e concettuale di comunicare con codesta società.

Se questo è il biglietto di presentazione del nuovo gestore c’è veramente da preoccuparsi  per la gestione di un servizio (?) così delicato, anche alla luce di un futuro non proprio roseo
a causa delle carenze idriche.

Ancora una volta i cittadini pagano, in termini di inefficienza ed a tratti di aumento dei  costi, le scelte politiche di privatizzazione o di gestione con modelli tipicamente aziendali di  servizi pubblici essenziali come quello dell’acqua.

Chiediamo al Sindaco, all’Amministrazione ed all’intero Consiglio Comunale, visto che  il comune di Modica è socio di questa Iblea Acque SpA e quindi corresponsabile delle  disfunzioni, di farsi carico di questa incresciosa situazione e di porre in essere tutta una serie  di atti volti a garantire un servizio idrico efficiente e, possibilmente, delocalizzato”.

 1,285 visualizzazioni totali,  7 visualizzazioni oggi

Advertisement

Ti potrebbero interessare

Attualità

Presentato questa mattina in conferenza stampa presso la sede della Fondazione San Giovanni di Ragusa “Pulmì”, il servizio sperimentale di trasporto di comunità a...

Attualità

Dopo i numerosi appuntamenti delle scorse settimane presso la Parrocchia San Paolo Apostolo a Modica, si entra nel vivo dei festeggiamenti della Madonna del...

Attualità

“Piccoli passi avanti, ma troppi nodi restano irrisolti”. Questo il commento dell’Associazione “Comitato Civico Articolo 32 Ragusa”, dopo la seduta dell’11 luglio scorso del...

Attualità

I consiglieri comunali di Ragusa, Rossana Caruso, Federico Bennardo e Sebastiano Zagami, annunciano che, a seguito all’approvazione del Ddg della Regione Siciliana, è stato...

Testata giornalistica Canale 74 iscritta al n. 7/93 del Tribunale di Ragusa
Direttore responsabile: Davide Allocca
Direttore di rete: Dott. Massimiliano Casto
Indirizzo: S.S. 115 Km 339.500 - 97015 Modica (RG) - Email: redazione.canale74@gmail.com

Copyright © 2022 Canale 74. Powered by DafaSystem.