Connect with us

Hi, what are you looking for?

Attualità

Applausi a scena aperta, a Ragusa, per “Il Padre della Sposa”

Applausi e risate. Il connubio perfetto per una serata all’insegna della spensieratezza.

Anche stavolta il cartellone di Teatro in primo piano ha colpito nel segno con “Il padre della sposa” che ha avuto per protagonisti Gianfranco Jannuzzo e Barbara De Rossi.

Il testo adattato da Caroline Francke e diretto da Gianluca Guidi è stato proposto giovedì sera al Duemila con grande consenso da parte del pubblico.

Un testo che possiede, in termini di tempi comici e struttura drammaturgica, la stessa energia e rigore della pellicola, pur mantenendo un suo carattere personale.

Le elisioni temporali hanno mantenuto intatto il piacere del pubblico di scorrere la vicenda, con sguardo nuovo e curioso. La capacità di Guidi è stata quella di creare un’atmosfera accattivante e portare i personaggi in vita, rendendo questa produzione un’esperienza teatrale estremamente piacevole.

Il cast ha visto in coppia per la prima volta Jannuzzo e De Rossi; entrambi estremamente affiatati hanno definito, in perfetta sintonia, tempi comici e tono dei dialoghi, anche per il resto dell’ensemble: Martina Difonte (Alice) e Lucandrea Martinelli (Ludovico), Roberto Iannone e Marcella Lattuca, rispettivamente padri e madre del promesso sposo.

Infine, la figura del wedding planner, perfidamente evocata da Michelle e Alice, introduce la figura dell’ultimo elemento della pièce, la mina vagante pronta a provocare ulteriormente la follia di Giovanni e prosciugare il conto in banca in vista della sfarzosa cerimonia.

L’entrata di Boris (interpretato da Gaetano Aronica) è una ventata di energia. Il personaggio creato da Aronica è a metà tra il guru New age e il principe russo festaiolo.

Tutto in Boris è frivolezza e follia spinte sui toni accesi della farsa, con particolare evidenza nei duetti con Jannuzzo: umorismo e divertissement basati su giochi di parole e gag mimiche.

Un apprezzamento va alla scenografia di Carlo De Martino e all’illuminotecnica di Umile Vainieri, entrambe funzionali e coordinate fra loro, hanno il pregio di donare un tocco di magia teatrale al pubblico: in particolare i cambi di scena a vista, un autentico tocco di metateatro.

Al contrario, la cerimonia nuziale e il congedo di Alice dai genitori, evocano perfettamente il clima hollywoodiano-retrò della pellicola. Applausi scroscianti e partecipazione di un pubblico genuinamente divertito. Meglio di così, non poteva riuscire.

 487 visualizzazioni totali,  4 visualizzazioni oggi

Advertisement

Ti potrebbero interessare

Attualità

“La prima volta che mi sono fidanzato, non ero presente. Il momento in cui Federica mi ha detto di sì, non l’ho vissuto, ne...

Attualità

Un grande nome per la stagione di Teatro in primo piano. Martedì, sul palcoscenico del Duemila, torna uno straordinario attore che non ha bisogno...

Attualità

Gianfranco Jannuzzo e Barbara De Rossi saranno i protagonisti del nuovo appuntamento nell’ambito della stagione di Teatro in primo piano in programma sul palco...

Attualità

La pandemia ha segnato profondamente la vita di Cosimo Cannavacciuolo, rimasto solo dopo la morte della moglie a causa del Covid-19 e a un...

Testata giornalistica Canale 74 iscritta al n. 7/93 del Tribunale di Ragusa
Direttore responsabile: Davide Allocca
Direttore di rete: Dott. Massimiliano Casto
Indirizzo: S.S. 115 Km 339.500 - 97015 Modica (RG) - Email: redazione.canale74@gmail.com

Copyright © 2022 Canale 74. Powered by DafaSystem.